La Penisola Sorrentina

Dal Vesuvio alla penisola sorrentina un itinerario che abbraccia luoghi di grande valore, siti archeologici, aree naturali, spiagge incantevoli e centri urbani di fama internazionale. Torre Annunziata, che conserva negli scavi di Oplonti le sue antiche vestigia. Castellammare di Stabia, nota per le cure termali e le incantevoli spiagge, Vico Equense, con i suoi panorami mozzafiato, riserva sorprese culinarie indimenticabili. Passando per Piano e Sant’Agnello si arriva a Sorrento una delle mete preferite del turismo internazionale. A pochi passi gli scavi di Pompei e di Ercolano e per chi ama la natura Il Parco del Vesuvio e il Monte Faito, raggiungibile con la funivia.

La Penisola Sorrentina è stato un luogo amato e scelto dai romani per costruire le loro sontuose ville dove dedicarsi all’otium. Meta di viaggiatori illustri fin dal settecento: Wagner, Nietzsche, Dickens e Goethe la scelsero come tappa del loro viaggio culturale e le loro pagine ne hanno fotografato in maniera indelebile le bellezze.

Antichità e classicismo, natura e delizie gastronomiche alcuni dei motivi che hanno fatto della penisola sorrentina uno dei luoghi più frequentati dal Grand Tour.

La penisola sorrentina è un tripudio di colori e sapori, di insenature e scenari mozzafiato che dominano il mare. Strutture balneari molteplici e diversificate soddisfano tutte le esigenze.

Fonte: inCampania