Procida, Ischia e Capri

I Campi Flegrei si estendono fino al mare e Procida e Ischia ne sono la testimonianza.

Procida vi si sdraia dolcemente mentre Ischia si eleva a 787 m. sul Monte Epomeo.
Due isole molto diverse accomunate dalla natura vulcanica e dalla ricchezza delle acque che le circondano.
Procida, rustica e misteriosa, è frequentata da un turismo di nicchia e destagionalizzato. Ischia, poliedrica e vivace, con i suoi sei comuni risponde alle esigenze di turismo più disparate: dalle passeggiate di trekking alle immersioni subacque. Dagli agriturismo immersi nel verde alle numerosissime chiese ed edifici storici.

Procida ha ispirato scrittori e set cinematografici come l’ultimo film di Massimo Troisi, il Postino. Terra Murata, il punto più alto dell’isola è il nucleo urbano originario di Procida. Marina di CorricellaPunta Solchiaro, la spiaggia della Chiaiolella, la riserva naturale di Vivara alcuni dei luoghi più belli da scoprire.

Ischia, l’isola verde, rinomata per il suo patrimonio termale, è ricca di storia, cultura e tradizioni. Il Castello Aragonese, La Chiesa del Soccorso a Forio, il borgo di Sant’Angelo, le architetture di tufo verde di Serrara Fontana solo alcuni dei numerosi e splendidi luoghi da visitare.

Capri, l’isola azzurra, è il naturale prolungamento della penisola sorrentina, le rocce chiare dei Faraglioni sembrano essersi staccate dalla Baia di Ieranto e aver preso il largo, la comune natura carsica ne è testimonianza.
Capri ha ispirato scrittori, poeti e registi che l’hanno scelta come location dei loro film. Una combinazione di natura, cultura e mondanità, intorno ad un mare che va dal blu al turchese, fa di Capri una meta irrinunciabile.
La Via Kruppl’Arco naturaleil FaroGradola e la Grotta Azzurrala Scala Fenicia e Villa Jovis è difficile non innamorarsi di questo luogo incantato. Capri è l’isola chic dell’animata piazzetta e dei locali circostanti, ma è anche l’isola della pace e della quiete di Anacapri, delle passeggiate sul Monte Solaro e per i sentieri del Parco Filosofico.

fonte: inCampania